Menu

Sbocchi Professionali

Apriamo le porte non solo alle classiche professioni legate al mondo dell’interpretariato e della traduzione, ma anche a professioni che oggi richiedono un elevato grado di specializzazione. In questo senso la Mediazione Linguistica si rivela una carta vincente in un mercato del lavoro ormai multilingue e multiculturale.

Di cosa si occupa il Mediatore Linguistico nelle diverse aree professionali?

Azienda

Il Mediatore Linguistico trova occupazione nell’ambito dei rapporti commerciali internazionali e delle relazioni esterne, nel supporto linguistico a gruppi di lavoro internazionali, come traduttore di linguaggi specialistici, editoriali o scientifici.

Turismo

Il Mediatore Linguistico sfrutta la conoscenza delle lingue e la sua preparazione culturale come presupposto indispensabile per trasmettere informazioni e costruire percorsi turistico-culturali (come destination manager, impiegato in compagnie aeree e tour operator o anche come guida turistica).

Comunicazione

Il Mediatore Linguistico può entrare in relazione con agenzie internazionali, o fare da consulente e adattatore di linguaggi per giornali, radio, televisioni, cinema, videogiochi e testate web.

Pubblica Amministrazione

Il Mediatore Linguistico interviene per agevolare e mediare il confronto con le problematiche della multietnicità o per svolgere il ruolo di interprete di comunità, in tutti i contesti lavorativi nei quali è richiesta una competenza interlinguistica e interculturale.

No-Profit

Il Mediatore Linguistico può ricoprire un ruolo di rilievo in progetti internazionali e nella cooperazione umanitaria.