Tasse e oneri

ANNO ACCADEMICO 2019/2020
REGOLAMENTO TASSE E ONERI DI FUNZIONAMENTO

La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Carlo Bo applica un sistema a fasce di contribuzione per la determinazione dei contributi per tutti gli studenti che si iscriveranno al Corso Superiore per Mediatori Linguistici (iscrizioni al 1° anno, iscrizioni agli anni successivi al 1° e per studenti fuori corso).

La SSML Carlo Bo ha confermato il principio, introdotto nell’A.A. 2015/2016, che premia gli studenti più capaci e meritevoli che, per censo o avversità in questi anni difficili per l’economia del Paese, non hanno la possibilità di accedere alla SSML Carlo Bo. Si tratta della c.d. “fascia zero”, destinata ai giovani che abbiano conseguito alla prova di maturità una votazione di almeno 75/100, appartenenti a famiglie con un reddito-patrimonio annuo non superiore ai 25.000 euro, i quali pagheranno una rata annua di 2.400 euro per l’immatricolazione contro i 3.400 della prima fascia.

Viene confermata per l’A.A. 2019/2020 la possibilità di autocertificare la composizione del nucleo familiare. Si fa perciò sempre riferimento ad una dichiarazione sostitutiva (la c.d. autocertificazione) laddove, nelle pagine che seguono, si fa riferimento ad uno “stato di famiglia”.
Del contenut
o e verità dell’autocertificazione è civilmente e penalmente responsabile il firmatario.

Tasse e oneri di funzionamento A.A. 2019/2020

– Rate e scadenze pagamenti per fascia di contribuzione studenti: iscrizioni e reiscrizioni;
Rate e scadenze pagamenti per fascia di contribuzione studenti fuori corso

 

IMPORTANTE: è obbligatoria la consegna dei documenti fiscali (mod. 730 Redditi PF- Cu) entro e non oltre il 30/11/2019. In caso di mancata consegna entro tale data verrà attribuita d’ufficio la TERZA fascia di contribuzione.

Solo per i nuovi immatricolati in aggiunta alle dichiarazioni fiscali è obbligatorio consegnare anche il modello Isee università rilasciato dall’Inps dopo aver compilato e sottoscritto la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) avvalendosi di un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) o dei servizi dell’Inps (anche per via telematica). L’attestazione ISEE Università non è tuttavia da considerare per il calcolo della fascia di reddito/patrimonio.

È prevista un’agevolazione per le immatricolazioni effettuate entro il 20 maggio: la prima rata sarà divisa in
due tranche, una di €600 all’atto dell’immatricolazione, senza presentare l’autocertificazione, e l’altra di €800
entro il 13/9/19, unitamente all’autocertificazione.

 


La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Carlo Bo (“SSML Carlo Bo”) adotta un sistema a fasce di contribuzione per la determinazione degli oneri che lo studente verserà alla SSML Carlo Bo per l’A.A. 2019/2020.

DETERMINAZIONE DELLA FASCIA DI CONTRIBUZIONE

Per la determinazione della fascia di contribuzione, la SSML Carlo Bo trae le prime indicazioni dal reddito conseguito nel 2018 e dal patrimonio esistente al 31.12.2018 di tutti i componenti del nucleo familiare risultanti dallo stato di famiglia del nucleo familiare di appartenenza dello studente. Ogni condizione economica viene infatti valutata in termini sia reddituali che patrimoniali con riferimento al nucleo familiare.
Sono oggetto di valutazione della capacità contributiva della famiglia la tipologia dell’attività esercitata e il patrimonio immobiliare. La situazione reddituale e patrimoniale esistente all’estero viene parimenti considerata. In presenza di documentazione incompleta, incoerente e/o anomala, la SSML Carlo Bo si riserva di controllarne la veridicità e/o di approfondire e di applicare ulteriori indicatori della condizione economico-patrimoniale in questione, esprimendo la valutazione anche in termini tendenziali.

Principi da considerare per la determinazione della fascia di contribuzione

Il nucleo familiare convenzionale dello studente, valutato alla data del 31 dicembre 2018, è composto come segue:

a. studente che convive con uno o con entrambi i genitori

1. Studente convivente con entrambi i genitori o con l’unico genitore vivente: il nucleo familiare convenzionale è composto da tutti gli appartenenti allo stato di famiglia anagrafico.
2. Studente convivente con un solo genitore non separato, né divorziato: si considerano unitamente gli stati di famiglia dei genitori, nonché i redditi.
3. Studente convivente con un solo genitore separato legalmente o divorziato: si considerano tutti i componenti dello stato di famiglia anagrafico del genitore che convive con lo studente e, nel computo del reddito complessivo, va incluso l’importo degli assegni di mantenimento, riconducibili allo studente ed al coniuge in base a sentenza, con rivalutazione ISTAT fino al 31 dicembre dell’anno precedente all’iscrizione.

b. Studente indipendente
La condizione di studente indipendente dalla famiglia d’origine è riconosciuta allo studente che presenti contestualmente i seguenti requisiti:
– appartenenza a stato di famiglia diverso da quello dei genitori;
– effettiva residenza autonoma, documentata da stato di famiglia anagrafico, in località diversa da quella di residenza della famiglia di origine almeno dal 1° gennaio 2019;
– esercizio attuale di un’attività lavorativa stabile e continuativa, dipendente, autonoma o imprenditoriale, che abbia prodotto, nel corso del 2018, un reddito imponibile di almeno € 15.000,00.

c. Studente a carico di soggetti diversi dai genitori
Nel caso di studente non appartenente alla categoria “b”, che sia convivente, inserito almeno dal 1° gennaio 2019 nello stato di famiglia e fiscalmente a carico di soggetti diversi dai genitori, il nucleo familiare convenzionale è composto da tutti gli appartenenti allo stato di famiglia anagrafico (cioè secondo quanto risultante all’anagrafe del luogo di residenza).

d. Studente coniugato e/o convivente
Il nucleo familiare convenzionale è composto da tutti gli appartenenti allo stato di famiglia anagrafico.

• Qualora non si verifichino, o non siano idoneamente documentate, le condizioni di cui alle lettere b, c, d, lo studente dovrà far riferimento alla situazione economica e patrimoniale della famiglia d’origine.

Come individuare la fascia di contribuzione

• Sommare i redditi complessivi lordi dell’anno 2018 di tutti i componenti del nucleo familiare convenzionale/di appartenenza (con esclusione di fratelli/sorelle):
modello REDDITI 2019 Persone Fisiche: Rigo RN4 +
Rigo LM10 +
Rigo LM38 +
Rigo RB10 colonna 14 , colonna 15

In assenza del modello Redditi Persone Fisiche:
– modello 730/2019; quadro 730-3:
Rigo 14 +
Rigo 6

In assenza del modello 730:
– modello CU 2019: dati fiscali punto 1 + punto 2 + punto 3 + punto 4.

A ciò aggiungere:
con riferimento al patrimonio immobiliare del nucleo familiare:
– il 20% del valore catastale (10% nel caso di prima casa con mutuo in atto) calcolato in base alla seguente operazione:
(rendita catastale × 115,5) al 31.12.2018; nel caso di prima casa con mutuo in atto, si calcola il 10%); *
– il 20% del valore dei redditi dominicali rivalutati (redditi dominicali x 112,50) [quadro A della dichiarazione: redditi dei terreni].

Aggiungere infine gli eventuali assegni di mantenimento del 2018 erogati allo studente ed al coniuge (consegnare copia della sentenza di separazione/divorzio).

La SSML Carlo Bo si riserva di valutare attività imprenditoriali, attività professionali e artistiche, anche derivanti dal possesso di partecipazioni, in base a caratteristiche strutturali, parametri settoriali e altri elementi significativi, che possano risultare significativi ai fini dell’attribuzione ad una fascia contributiva superiore rispetto a quella autocertificata. Lo studente e ciascun componente dello stato di famiglia convenzionale ne è quindi informato, concedendo altresì sin d’ora autorizzazione ad ogni accesso presso pubblici registri ed archivi che risultasse opportuno ai fini della più corretta assegnazione della fascia di contribuzione.

Chi sottoscrive la certificazione dichiara contestualmente di essere consapevole delle responsabilità penali previste dall’art. 26, legge 4.1.1968, n. 15 e dal DPR n. 445/2000 conferma il contenuto delle dichiarazioni sostitutive delle ordinarie certificazioni di cui all’apposito modulo

NB: la rendita catastale deve essere moltiplicata per un coefficiente che varia a seconda della tipologia dell’immobile posseduto: 115,5 o 126 per le categorie catastali A e C (abitazioni, laboratori, magazzini, box), 63 per le categorie A/10 e D (uffici e stabilimenti, alberghi, teatri, ecc.), 42,84 per le categorie C/1 e E (negozi, altri fabbricati ad uso particolare).

Esempio di calcolo per un’abitazione: rendita catastale € 540,00 x 115,5 = 62.370,000 x 20% = € 12.474,00 importo da indicare al campo 7 dell’autocertificazione reddito/patrimonio.

Esoneri Parziali

In coerenza con la Legge 30 marzo 1971 n.118 (art. 12 e 30) e successive modificazioni ed integrazioni la SSML Carlo Bo garantisce ai richiedenti il seguente esonero parziale:

1. 30% degli oneri di funzionamento unicamente per le fasce autodeterminate ed accertate zero e prima con l’esclusione della tassa regionale e della tassa d’iscrizione annua da versare totalmente, a studenti “mutilati ed invalidi civili superiori ai due terzi”.

2. 30% degli oneri di funzionamento unicamente per le fasce autodeterminate ed accertate zero e prima con l’esclusione della tassa regionale e della tassa d’iscrizione annua da versare totalmente, a studenti figli di genitori inabili totalmente al lavoro e beneficiari di pensione d’inabilità.

Per qualsiasi altra condizione prevista dalla Legge sopra citata si applica il punto 2.

Documentazione per determinare la fascia di contribuzione

(A) Documenti da consegnare all’atto dell’iscrizione

• AUTOCERTIFICAZIONE
In base alla autocertificazione dei redditi allo studente sarà assegnata la fascia provvisoria di contribuzione dallo stesso indicata.
Gli studenti che dall’autocertificazione risulteranno assegnati alla 3a fascia di contribuzione non hanno obbligo di consegnare ulteriore documentazione e la SSML Carlo Bo attribuirà loro in via definitiva la 3a fascia di contribuzione.

(B) Integrazione di documenti
Entro e non oltre il 30/11/2019 gli studenti con fasce di contribuzione provvisorie zero, 1a e 2a risultanti dall’autocertificazione dovranno consegnare alle Segreterie i seguenti documenti:

autocertificazione circa la composizione del nucleo familiare di appartenenza. Nel caso lo studente conviva con un solo genitore o viva per proprio conto o in altro nucleo, è necessario dichiarare la composizione dei rispettivi nuclei familiari;

fotocopia del modello 730/2019 o del modello REDDITI 2019 Persone Fisiche di ogni componente del nucleo familiare di appartenenza, completi di ogni loro parte – inclusi eventuali quadri IRAP, IVA, RW, parametri e Studi di settore3; in mancanza, fotocopia Mod. CU 2018.

un prospetto degli immobili di proprietà o le visure catastali degli immobili, laddove essi non siano indicati nelle dichiarazioni dei redditi (Quadro B) consegnate alla SSML Carlo Bo;

in caso di redditi prodotti all’estero e di patrimonio esistente all’estero, fotocopia della dichiarazione corrispondente al modello REDDITI PF italiano, completa di redditi di lavoro e impresa, di patrimonio mobiliare e immobiliare, ecc.. Tali documenti dovranno essere accompagnati dalla relativa traduzione autenticata e legalizzata.

Se entro il 30/11/2019 fossero ancora assenti i documenti integrativi qui sopra specificati, allo studente sarà attribuita d’ufficio la 3a fascia, non essendo possibile verificare il reddito/patrimonio del nucleo familiare convenzionale.

 

(C) Trasferimenti

Gli studenti provenienti da altre Scuole Superiori per Mediatori Linguistici (trasferimenti), Scuole riconosciute con D.M. n. 38/2002 e D.M. successivo di conferma di riconoscimento, e da Istituti Universitari che non fossero assegnati alla 3a fascia, dovranno consegnare la documentazione di cui al precedente punto (B) alle Segreterie delle Sedi della SSML Carlo Bo non oltre il giorno di formalizzazione della loro immatricolazione.

Norme e modalità di Pagamento

Lo studente deve corrispondere alla SSML Carlo Bo l’importo complessivo di tasse e oneri secondo le scadenze e modalità indicate e definite dal CDA della SSML Carlo Bo e indicate nella tabella TASSE E ONERI DI FUNZIONAMENTO per fasce di contribuzione;

la 1a rata di acconto – “all’atto dell’iscrizione” – dovrà essere pagata tramite bonifico bancario al conto intestato alla Fondazione SSIT Iban IT35C 05696 01600 0000 1446 8X48 e la relativa contabile dovrà essere consegnata allo sportello segreteria della sede SSML Carlo Bo. Non sono ammessi pagamenti in contanti;

i versamenti delle rate successive alla prima andranno effettuati attraverso MAV emessi dalla banca tesoriera della SSML Carlo Bo ed inviati direttamente agli studenti. Il pagamento delle tasse e oneri di funzionamento delle rate successive alla 1a dovrà essere effettuato senza apportare alcuna modifica ai MAV ricevuti;

per i pagamenti effettuati in ritardo saranno calcolati gli interessi di mora in base al tasso di interesse legale.

Procedura di assegnazione di fascia in caso di revisione

Ricevuta dagli studenti l’integrazione di documenti, la SSML Carlo Bo procede alla verifica di questi ultimi. Il controllo è demandato ad una apposita Commissione, costituita presso la sede legale della Scuola, che effettuerà idonei controlli, anche a campione, delle situazioni che non paiono corrispondere alla fascia di contribuzione segnalata dallo studente al momento dell’iscrizione (autocertificazione) e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi sulla veridicità delle autocertificazioni presentate. All’esito dell’esame la stessa Commissione provvederà a segnalare eventuali discordanze di fascia di contribuzione rispetto a quanto indicato dallo studente.

Qualora allo studente venisse assegnata una fascia di contribuzione superiore rispetto a quella autodichiarata, gli verrà inviata una lettera raccomandata A.R. o una comunicazione a mezzo P.E.C. all’indirizzo indicato.

Una lettera raccomandata A.R. o una comunicazione a mezzo P.E.C. verrà inviata anche nel caso di attribuzione di fascia di ammontare più elevato dovuta alla mancata consegna della documentazione richiesta dalla Scuola nei termini stabiliti.

 

È ammessa una richiesta di revisione motivata e documentata, da presentarsi all’apposita Commissione entro e non oltre 15 giorni dal ricevimento della comunicazione
della fascia assegnata. In assenza di ulteriore adeguata documentazione che giustifichi la richiesta di revisione motivata, la valutazione resterà invariata. Richieste di revisione inoltrate oltre la data sopra indicata non saranno accolte.

Ad esito della revisione verrà inviata all’indirizzo indicato dallo studente comunicazione dell’attribuzione della nuova fascia di contribuzione. Detto documento riporterà:

il calcolo del conguaglio dei versamenti risultante dalla variazione della fascia contributiva;
modalità e termini entro cui dovrà essere regolarizzata la posizione amministrativa dello studente.

Nel caso in cui intervenissero situazioni straordinarie di modifica del reddito/patrimonio del nucleo familiare di origine è altresì ammessa una richiesta di revisione motivata e documentata, da presentarsi alla apposita Commissione.
Senza nuove argomentazioni motivate e documentate la valutazione resterà invariata. Per poter consentire
l’accoglimento delle revisioni, si invita pertanto ad integrare la propria richiesta di revisione con informazioni e documenti INTEGRATIVI, chiarificatori (non duplicazione di quanto già presentato).

Conguaglio delle tasse e oneri di funzionamento
La SSML Carlo Bo si riserva di chiedere il conguaglio delle tasse e oneri di funzionamento a partire dalla scadenza della 4a rata, ossia dopo la verifica documentale per la determinazione della fascia di contribuzione definitiva. Il conguaglio sarà pari alla differenza tra la fascia provvisoria (risultante dall’autocertificazione) e la fascia risultante dall’esame e verifica dei documenti relativi al reddito e patrimonio del nucleo familiare convenzionale.

La SSML Carlo Bo comunicherà agli studenti con lettera raccomandata e/o a mezzo posta elettronica ogni variazione riscontrata e le modalità per la regolarizzazione della posizione contributiva.

Per il calcolo delle tasse e oneri consultare la tabella TASSE E ONERI DI FUNZIONAMENTO per fasce di contribuzione.

Share This